Carl Brave

"Goya"

[Ritornello]
Dammi un par di cartine
Sono Raz Degan per 'ste bimbe
Volo in alto come l'Apollo
Porto polverine e detriti
E torno a terra per riferirvi
Cosa riesco a vede' da Kepler
Sopra un'astronave o su un condor
Che mi porta in giro sul torso, Goya
Dammi un par di cartine
Sono Raz Degan per 'ste bimbe
Volo in alto come l'Apollo
Porto polverine e detriti
E torno a terra per riferirvi
Cosa riesco a vede' da Kepler
Sopra un'astronave o su un condor
Che mi porta in giro sul torso, Goya

[Strofa 1]
Giri, gioco dell'oca
Ammazzo Shere Khan con la cesoia
Con la soia nelle Pro Combat
Come a Nairobi respiriamo colla
Mai 'na gioia, che me fissa storta
Ammazziamo le orche co' zavorre e bombe
Campane che suonano al collo di suore
Giumenta che fischia, Giuditta che spia
Non mi sposto mica, sono il microchip
Che metti nel cane ancor prima che nasce
Non passa la notte, faccio solo pit
Delle dimensioni caviglie di cani
Karl Kani, gabbiani morti spappolati
Dalle auto più grandi, col culo posato
Sedili di marmo Carrara
Speranze di poveri in salvo su un Carrera bianco
Ho nel cuore un arcano cristallo
Imbevuto nell'acqua riporterà a galla
Qualunque mistero si celi nel punto più oscuro
Della mia più oscura metà
Fratti decimali, fra voi parti anali
Ricorda che dico solo verità
Non ho intenzione di dire cosa ho mangiato
Per arriva' al punto in cui siamo
Dammi un atlante ed il dito
Che so come farti volare più in alto di Uranio
Man mano che vado mi accorgo che in fondo
Giù in fondo si vede il tramonto più bello
Bella mia, ascolta che ho freddo
Non ho più tempo, dammela a me che la spengo

[Ritornello]
Dammi un par di cartine
Sono Raz Degan per 'ste bimbe
Volo in alto come l'Apollo
Porto polverine e detriti
E torno a terra per riferirvi
Cosa riesco a vede' da Kepler
Sopra un'astronaute o su un condor
Che mi porta in giro sul torso, Goya
Dammi un par di cartine
Sono Raz Degan per 'ste bimbe
Volo in alto come l'Apollo
Porto polverine e detriti
E torno a terra per riferirvi
Cosa riesco a vede' da Kepler
Sopra un'astronaute o su un condor
Che mi porta in giro sul torso, Goya

[Strofa 2]
Mordo, mostro di Mordor
Dono il colon perché l'ha detto il doctor
Tiro il collo a 'sto pollo, tonno
Tuono al posto come fossi Jolteon
Culo a terra, Valentino Rossi
Ho i nani da giardino, Loris Capirossi
Ho gli occhi rossi come un pellerossa
Ed i piedi neri come una mignotta
Con i piedi neri sono Mikaistowa
Cambierò la storia come Michael Jordan
Come l'Ape Maia sono nero e giallo
Se faccio una canna, te damme il tabacco
Come Mkhitaryan gioco nel Borussia
C'ho le aquile sul petto come la bandiera prussa
C'ho le doppie punte come il Barcellona
Giro su colombe, poi chiama' Paloma
Come un ortodosso sono bielorusso
Come un ladro prendo tutto senza chiedere a nessuno
Come un astronauta quando piango resto asciutto
Come se: "Potevi almeno farmelo uno squillo"
Come quelle notti, chicco, chiama baby squillo
Come quelle notti appresso a danni su quell'Audi grigio
Diciotto cavalli sedati che corrono troppo, gli rompo le ossa, Goya
Goya duetto co' Anna Oxa, capocce più dure delle matriosche
Come vi rapisce il mio Trattato del Sublime
Come l'estetismo, qua ti cambia come cambio sneakers
Come se l'estetica vi cambia il modo di parlare
Resteremo soli a implora' nudi sull'altare

[Ritornello]
Dammi un par di cartine
Sono Raz Degan per 'ste bimbe
Volo in alto come l'Apollo
Porto polverine e detriti
E torno a terra per riferirvi
Cosa riesco a vede' da Kepler
Sopra un'astronaute o su un condor
Che mi porta in giro sul torso, Goya
Dammi un par di cartine
Sono Raz Degan per 'ste bimbe
Volo in alto come l'Apollo
Porto polverine e detriti
E torno a terra per riferirvi
Cosa riesco a vede' da Kepler
Sopra un'astronaute o su un condor
Che mi porta in giro sul torso, Goya

A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z #
Copyright © 2018 Bee Lyrics.Net