Ultima Frontiera

"Militia"

"Avevo sognato un secolo di Cavalieri forti e nobili
Dominatori di sé pria che dominatori di altri
L'essere umano si è barricato dietro il proprio egoismo e il proprio piacere
La Virtù ha abbandonato il suo canto naturale
L'aria è carica di tutti i rinnegamenti morali e spirituali
Noi usciremo da questo decadimento
Solo attraverso un'immensa rettificazione
Reinsegnando agli uomini ad amare
A sacrificarsi, a vivere, a lottare e a morire
Per un ideale superiore
Contano soltanto la fede, la fiducia ardente
L'assеnza completa di egoismo e di
Individualismo
Contano soltanto lе qualità dell'anima, le sue vibrazioni
Il dono totale, la volontà di tenere alto al di sopra di tutto un Ideale
Nel disinteresse più assoluto
Giunge l'ora in cui per salvare il mondo
Vi sarà bisogno del pugno di Eroi e di Santi che faranno la riconquista
Respirare
Riprendere a cr
Sentir danzare attorno a sé sulle onde
Mille altre vele gonfie di vento portate da uno stesso soffio
Verso la stessa chiamata
Quando il mare dorato vedrà affluire questo biancore
La Rivoluzione sarà in marcia
Levata sulle vette di questa Flottiglia di Anime"
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V W X Y Z #
Copyright © 2018 Bee Lyrics.Net